MONTE BRIASCO, “QUATTORDICESIMA EDIZIONE DEL SENTIERO NELLO”

Nel 73° anniversario della scomparsa del Comandante NELLO OLIVIERI e del partigiano ALDO CHIARA i Comitati Provinciali ANPI di: Verbano Cusio Ossola - La Spezia – Novara;

le Sezioni ANPI di:

Omegna e Zona Cusio - Basso Cusio – Borgosesia - Varallo - Alta Valsesia - Villafranca – Bagnone;

con la collaborazione di:

Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara”

Istituto per la Storia della Resistenza nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia “Cino Moscatelli”

Associazione Casa della Resistenza - Parco della Memoria e della Pace

Comuni di:

Breia, Cellio, Madonna del Sasso, Villafranca in Lunigiana

Circolo dei Lavoratori di Boleto - Circolo ARCI “Fuga Mentis” Madonna del Sasso

Squadra A.I.B. di Madonna del Sasso

Pubblica Assistenza CUSIO SUD OVEST di San Maurizio d’Opaglio

AUSER Omegna

Organizzano Sabato 26 agosto 2017 il “Sentiero Nello", camminata aperta a tutti sui sentieri percorsi dal Comandante Nello Olivieri e dai suoi partigiani.

 

PROGRAMMA

da Boleto

Ore 8.00: Ritrovo dei partecipanti in Piazza Nello a Boleto (Comune di Madonna del Sasso)

Partenza per Alpe Cambocciolo - Monte Briasco

accompagnati dai volontari della locale squadra A.I.B.

da Castagneia

Ore 9.30: Ritrovo dei partecipanti a Castagneia

Partenza per il Monte Briasco lungo il “Sentiero della Libertà”

Ore 12.00: Pranzo al sacco o alla baita (con prenotazione)

Prosecuzione per Castagneia e Breia. Trasferimento da Breia a Valpiana - Merlera

Ore 16.30: Arrivo a Merlera, presso il cippo dedicato al CAPITANO NELLO e al partigiano ALDO CHIARA

Ricordo del Comandante e Commemorazione tenuta dal Presidente Del Comitato provinciale ANPI di Vercelli e Valsesia BRUNO RASTELLI

Al termine, rientro a Boleto e a Breia

 

 

EVENTI COLLEGATI

VENERDÌ 18 AGOSTO, ore 21,00 - Piazza Primo Maggio, Boleto

LA SCACCHIERA DI GUEVARA - Eco di una rivoluzione

Spettacolo di recitazione e musica con Anna Mazza, Luca Borin, Daniele Radaelli, Simone Stefan

GIOVEDÌ 24 AGOSTO, ore 21,00 - Municipio, Boleto

LA STORIA CHE NON SI È RACCONTATA - Le guerre degli Italiani nei Balcani (1940-45)

Conversazione con Enrico Pagano, Direttore dell’Istituto Storico della Resistenza di Varallo

Prima delle iniziative, possibilità di cenare al Circolo dei Lavoratori di Boleto.

Circolo dei Lavoratori – Boleto Ore 19,30 Cena

 

 

NELLO OLIVIERI

Nato a Villafranca in Lunigiana (MS) il 31 dicembre 1914, Nello Olivieri intraprende la carriera militare a 18 anni, diventando ufficiale.

Dopo una breve esperienza nella sua terra Nello, insieme all’amico Simonini, campione di ciclismo, decide di raggiungere le formazioni di Moscatelli ed entra nella Resistenza valsesiana nel marzo del 1944: dopo qualche settimana di prova gli viene affidato il compito di organizzare un gruppo di partigiani e sbandati che si trovano nella zona del Briasco.

Nasce così il “gruppo del Cellio”, primo nucleo del battaglione “Rocco Bellio”, intitolato ad un partigiano fucilato a Breia, che diventa brigata il 13 agosto.

La formazione di Nello si distingue per disciplina, organizzazione e abilità guerrigliera, segnalandosi come la più incisiva nell’estate del ’44, in particolare nelle azioni di giugno in quel di Gozzano, nella battaglia del 2 luglio, con cui si ferma l’avanzata tedesca sulla Cremosina, e nel combattimento sulla rotabile da Omegna ad Alzo del 5 agosto.

Forte dei successi militari precedenti, Nello organizza il 27 agosto un’azione contro il presidio nazifascista di Montrigone: partiti dall’Alpe Cambocciolo, sede del comando di brigata, Nello e una pattuglia di 13 uomini travestiti da fascisti scendono verso Valpiana, ma all’altezza della frazione Merlera sono sorpresi da un nucleo di nazifascisti, travestiti a loro volta da partigiani.

Nella sparatoria che segue Nello viene colpito e muore dissanguato, assistito dai suoi più fedeli partigiani. Nella stessa circostanza muore anche Aldo Chiara, uno dei più stretti collaboratori del comandante.

II 28 agosto 1944 la brigata sarà intitolata alla memoria del suo comandante, inquadrata come 6a brigata Garibaldi “Nello” nella Divisione “Varalli”.

L’idea di un sentiero dedicato a Nello nasce per ricordare una delle figure più importanti della Resistenza tra Valsesia e Cusio; un comandante ricordato per le sue capacità militari e organizzative, ma soprattutto per le sue doti di umanità e di integrità morale, che i suoi vecchi partigiani non hanno mancato mai di sottolineare pensando con rimpianto e commozione a quello che sarebbe potuto essere, se la mattina del 27 agosto 1944, quando Nello fu colpito a morte, le cose fossero andate diversamente. Nei loro racconti traspare ancora intatto il carisma di un uomo venuto dalla Lunigiana appositamente per combattere con le formazioni di Moscatelli e che indubbiamente ha saputo imprimere un segno profondo nella storia della nostra Resistenza.

Ripercorrere i luoghi della brigata di Nello in un itinerario che collega i versanti del Cusio e della Valsesia assume quindi un significato particolare, che va oltre la pura rievocazione storica: significa penetrare nella dimensione etica della guerra di Liberazione, carpire agli ormai deboli segnali del territorio una lezione più intima e profonda, capace di vincere l’oblio, come ha fatto Nello.

Il Sentiero della Libertà fra Castagneia di Breia e il Monte Briasco è realizzato nell’ambito del progetto transfrontaliero “La memoria delle Alpi”.

Il Sentiero Castagneia - Monte Briasco nasce dalla volontà del Comune di Breia che alla celebrazione degli eventi resistenziali del territorio ha sempre dedicato molta attenzione.

Un primo pannello illustrativo è collocato alla frazione Castagneia, prima sede del comando partigiano di Moscatelli, bruciata dai nazifascisti il 19 gennaio 1944.

 

Non ci sono ancora commenti

I commenti non sono permessi ai visitatori (occorre effettuare il login).

Ottobre 2017
L M M G V S D
 << <   > >>
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

L'ANPI Regionale

L'ANPI Regionale della Lombardia ha sede a Milano in via Federico Confalonieri, 14 (MM2 Verde - Gioia o Garibaldi) - (MM5 Lilla - Isola), tel. 0276020620, 0276023372 / 73 (maggiori informazioni)

ANPI Lombardia su Facebook

Cerca tra le pagine della Lombardia

Credits: blog tool | dedicated servers | authors