Testata  

PREOCCUPANTI E GRAVI RICHIESTE DELLE PROCURE DI VENEZIA E MILANO

Per la Procura della Repubblica di Venezia le foto e le citazioni di Mussolini, i cartelli con i riferimenti alle camere a gas e i continui richiami al ventennio fascista di cui si era reso protagonista il gestore della spiaggia di Punta Canna a Chioggia, non configurano il reato di apologia del fascismo, ma piuttosto una articolazione del pensiero. Riteniamo questa decisione di una gravità senza precedenti. Il principio costituzionale della libertà di manifestazione del pensiero, di cui all’articolo 21 della Costituzione, non ha valore assoluto. In particolare, il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero incontra il limite derivante dalla XII disposizione transitoria e finale della Costituzione e dai principi sanciti dalla Costituzione nata dalla Resistenza, oltre che dalle leggi Scelba e Mancino. Un’analoga gravissima richiesta di archiviazione, nonostante le denunce del Prefetto di Milano e della Digos, era stata avanzata dalla Procura della Repubblica di Milano per la parata nazifascista compiuta da mille aderenti a Casa Pound e Lealtà e Azione il 29 Aprile scorso al campo dieci del Cimitero Maggiore dove sono sepolti i repubblichini e i gerarchi della Repubblica di Salò. Le decisioni delle due Procure destano in noi profonda preoccupazione e sconcerto. Ribadiamo l’urgente e inderogabile necessità di una estesa coscienza collettiva antifascista a partire dallo Stato che deve adoperarsi per contenere e respingere ogni tentativo di esaltazione del fascismo, per far conoscere cosa è stato il fascismo durante il ventennio e negli anni della strategia della tensione, colpendo le formazioni neofasciste e infliggendo a chi fa apologia di fascismo e diffonde intolleranza e razzismo quelle esemplari condanne che ancora oggi stiamo attendendo.
Roberto Cenati - Presidente ANPI Provinciale di Milano

  16.10.17 12:00:00 , a cura di Lombardia (contattaci), categorie: Attività in Lombardia, Comunicati, Antifascismo, Resistenza, Comitati Provinciali, Costituzione, Novità, Memoria, Neofascismo, Cultura
Novembre 2018
L M M G V S D
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 << <   > >>

L'ANPI Regionale

L'ANPI Regionale della Lombardia ha sede a Milano in via Federico Confalonieri, 14 (MM2 Verde - Gioia o Garibaldi) - (MM5 Lilla - Isola), tel. 0276020620, 0276023372 / 73 (maggiori informazioni)

ANPI Lombardia su Facebook

Cerca tra le pagine della Lombardia

Credits: Free blog engine