Testata  

UNA GENERAZIONE SCOMPARSA - I MONDIALI IN ARGENTINA DEL 1978

Il 20 gennaio 2018 ore 16,30 a Milano, presso Teatro della Cooperativa – via Hermada 8, In prima nazionale, UNA GENERAZIONE SCOMPARSA - I mondiali in Argentina del 1978.

Un libro di Daniele Biacchessi - Un film di Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni

Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento dei posti

Informazioni: ANPI Niguarda anpiniguarda@gmail.com

 

DICONO GLI AUTORI

“Questo film è stato realizzato grazie al finanziamento di centinaia e centinaia di persone attraverso una straordinaria campagna di crowdfunding sulla piattaforma Becrowdy e successivamente in forma diretta. Dopo l’uscita del libro con il film in dvd in tutte le librerie italiane, è in corso il lungo tour di proiezioni in Italia e nel mondo. Il 30 novembre 2017 abbiamo iniziato il viaggio da un luogo simbolico, dal carcere di Massa. A Vigevano, il 6 dicembre 2017, abbiamo proiettato il film al Cinema Teatro Odeon, un luogo di resistenza culturale che lavora sul cinema di qualità. E lo abbiamo fatto con un pubblico a cui teniamo molto: i ragazzi delle scuole. Il 23 dicembre 2017, al circolo Zilleri di Capranica, in provincia di Viterbo, abbiamo privilegiato una realtà culturale del mondo Arci. Dal 20 gennaio 2018, inizia invece il grande tour di proiezioni e presentazioni che ci porterà a Parigi, in Lussemburgo e in Argentina, oltre che in numerose città del nostro paese. Il 20 gennaio abbiamo scelto di presentare il film al teatro della Cooperativa di Milano, una grande eccellenza del teatro di narrazione in Italia. Nella sceneggiatura vengono raccontate le storie di oltre 30mila argentini reclusi in 350 centri di detenzione clandestini, torturati e fatti sparire dopo essere stati lanciati da aerei a 2mila metri di distanza. La pellicola è realizzata con l’ausilio delle tecniche di illustrazione LDP. E’ un film di memoria viva e di grande emozione”

Daniele Biacchessi – Giulio Peranzoni

 

LE PRIME DATE DEL TOUR

20 gennaio Milano Teatro della Cooperativa prima nazionale del film
21 gennaio Giulianova Circolo "Il nome della Rosa"
25 gennaio Genova Circolo Rifo Bianchini
27 gennaio Parigi all’Università e nella sede dell’Anpi 
1 febbraio Centro sociale Camilo Cienfuegos Campi Bisenzio proiezione
8 febbraio Milano Seicentro proiezione del Circolo Metromondo
16 febbraio Sestri Levante Baia del silenzio
25 febbraio Milano Circolo dell'Ortica
9 marzo Lussemburgo Circolo Curiel
12 marzo San Giuliano Milanese circolo Rifo 
21 marzo Bologna Sala del Quartiere Santo Stefano
22 marzo Certosa di Pavia biblioteca
8 aprile Rolo (Reggio Emilia) Rassegna “Percorso della memoria”
13 aprile Cassano d'Adda biblioteca

 

LA TRAMA

25 giugno 1978. Estadio Monumental di Buenos Aires. Argentina-Olanda, finale dei mondiali di calcio in Argentina. In tribuna d'onore dominano sovrani il dittatore argentino Jorge Videla e tutti i membri della giunta militare, al potere dalla notte del 24 marzo 1976. Accanto a loro, quasi nascosto dai riflettori dello stadio, c'è un signore italiano ancora sconosciuto: Licio Gelli, il Venerabile della loggia massonica P2, Propaganda 2. La gara è fin da subito caratterizzata dall'estremo agonismo, dal gioco frammentario e a tratti violento, dall'acceso tifo del pubblico argentino che prima della gara lancia migliaia di papelitos, i coriandoli bianchi che cospargono i bordi del campo e in parte anche l'area delle porte. L'arbitro è l'italiano Sergio Gonella. Il tempo regolamentare finisce 1-1. I supplementari sono forse peggiori dei primi novanta minuti. Gli olandesi, rimaneggiati per l'assenza del loro miglior calciatore Johan Cruijff, contestano l'atteggiamento permissivo di Gonella nei confronti del gioco duro e delle provocazioni degli argentini. La decisiva doppietta di Mario Kempes sancisce l'affermazione dell'Argentina. Al termine della partita, gli olandesi non partecipano alla cerimonia di premiazione, in segno di protesta. La prestigiosa coppa passa dalle mani di Passarella a quelle insanguinate del generale Videla. E la festa esplode in tutto il paese. A soli trecento metri dallo stadio, in Avenida del Libertador 8151, anche gli aguzzini dell’Escuela de Mecanica de la Armada, l'ESMA, uno dei centri di tortura del regime, esultano e abbracciano le loro vittime agonizzanti. Per una sera almeno, dai cieli dell’Argentina, cadono solo coriandoli e festoni, e non corpi di donne e uomini lanciati dagli aerei verso le acque nere dell’oceano. Il giorno dopo riprenderanno puntuali i voli della morte. Tutto tornera' normale, nell'anormalità dell'Argentina degli orrori.

 

  20.01.18 16:30:00 , a cura di Lombardia (contattaci), categorie: Attività in Lombardia, Commenti e dibattiti, Iniziative, Sezioni, Spettacoli, Novità, Memoria, Pubblicazioni, Cultura
Luglio 2018
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 << <   > >>

L'ANPI Regionale

L'ANPI Regionale della Lombardia ha sede a Milano in via Federico Confalonieri, 14 (MM2 Verde - Gioia o Garibaldi) - (MM5 Lilla - Isola), tel. 0276020620, 0276023372 / 73 (maggiori informazioni)

ANPI Lombardia su Facebook

Cerca tra le pagine della Lombardia

Credits: Bootstrap back-end