Testata  

NUMERO 47 DI ANPINEWS

Su questo numero di ANPInews (in allegato)

APPUNTAMENTI
► Domani, a Milano, presentazione del volume “Le notti della democrazia – Tina Anselmi e Aung San Suu Kyi, due donne per la libertà”. Interverrà, tra gli altri, il Presidente Nazionale ANPI.

Domani, 27 settembre 2012, a Milano, alle ore 17.30, presso la Casa della Cultura, si terrà la presentazione del volume Le notti della democrazia – Tina Anselmi e Aung San Suu Kyi, due donne per la libertà (ed. Ediesse) di Giuseppe Amari e Anna Vinci.
“Questo libro - si legge in una nota - omaggio a due combattenti per la libertà, Tina Anselmi e Aung San Suu Kyi, e ai loro compagni di lotta, nasce dalla consapevolezza che in un mondo globalizzato le vittorie si sostengono reciprocamente, così come le sconfitte ingenerano altre sconfitte. Di diversa generazione, nazionalità e fede, esse hanno in comune la stessa serena determinazione nell’impegno per la giustizia sociale e contro le notti della democrazia: la feroce alleanza nazifascista, combattuta dalla diciassettenne staffetta partigiana Tina; lo spietato regime militare birmano, al quale da anni resiste con la non violenza il premio Nobel per la Pace Aung. Tina e Aung, due donne che sono state presenti e hanno risposto quando il paese è stato in pericolo. In sintonia con la propria gente, si sono messe in gioco insieme agli altri, con intelligenza e coraggio”. All’iniziativa, promossa dalla Casa della Cultura, dalla Fondazione Giuseppe Di Vittorio e da Ediesse, interverranno, oltre agli autori: Nando Dalla Chiesa, Giuliano Turone, Marco Vitale, Ferruccio Capelli e il Presidente Nazionale ANPI, Carlo Smuraglia.

Venerdì 28 settembre, a Mestre, presentazione del volume “Io sono l’ultimo – lettere di partigiani italiani” (ed. Einaudi) realizzato in collaborazione con l’ANPI Nazionale-
Si svolgerà venerdì 28 settembre a Mestre, al FORTE MARGHERA, ore 18, la presentazione del volume “Io sono l’ultimo – lettere di partigiani italiani” (ed. Einaudi) - nelle librerie dall’aprile scorso - curato da Giacomo Papi, Stefano Faure e Andrea Liparoto

Pubblichiamo di seguito il testo del comunicato con cui la Segreteria Nazionale ANPI illustra la posizione dell’Associazione rispetto al referendum sull’Articolo 18.

ARGOMENTI

NOTAZIONI DEL PRESIDENTE NAZIONALE ANPI CARLO SMURAGLIA:

► Forza nuova nelle piazze italiane il 29 settembre: è una vergogna!

Forza Nuova ha deciso di scendere in piazza, anzi su parecchie piazze d’Italia, il 29 settembre prossimo. E’ una vergogna! Già da tempo denunciamo il rifiorire di rigurgiti fascisti, in tante forme, ma sempre con i soliti vessilli, i soliti richiami a ideologie fasciste e naziste, da tempo sconfitte e superate. Adesso, abbiamo la concomitanza di undici manifestazioni in altrettante piazze; e per parlare di “futuro”, ma soprattutto di “rivoluzione”.
Ci sarà qualcuno che abbia il “coraggio” di vietarle?
Ci sarà qualcuno – nelle istituzioni pubbliche – che abbia chiara la concezione che emerge da tutta la Carta Costituzionale, di assoluta contrarietà ad ogni forma di fascismo?
Ci sarà qualcuno che ricorderà che il fascismo è anche quello delle leggi razziali e delle persecuzioni contro gli ebrei e che questo basta, da solo, per rendere penalmente illegittima, ai sensi della legge “Mancino”, qualunque manifestazione che a quella ideologia si richiami, o ne faccia apologia o mostri di volerne continuare, in qualunque forma, la tragica esperienza?
Ci sarà qualcuno che comprende la gravità della parola “rivoluzione”, specialmente in bocca di forze fasciste?

► Una parola chiara sulle possibili iniziative giudiziarie contro manifestazioni fasciste

Pochi giorni fa, l’ANSA ha dato la notizia che la Cassazione aveva dichiarato che “fare il saluto romano è reato”. Le cose non stanno proprio così: la Cassazione ha respinto un ricorso contro una sentenza della Corte d’appello di Firenze che aveva dichiarato che il saluto romano costituiva reato, ai sensi della legge “Mancino”; ma, in effetti, lo ha respinto per ragioni puramente processuali. Ciò che conta è che, così, la sentenza della Corte d’appello è divenuta definitiva, affermando un principio importante, che la Cassazione non ha smentito.
In realtà, peraltro, la Corte di Cassazione si è pronunciata due volte, nel merito, rispettivamente nel 2007 e nel 2009, a proposito del saluto romano e dell’esibizione di un tricolore con al centro un fascio littorio. In entrambi i casi, la Cassazione ha ritenuto applicabile l’art. 2 della legge Mancino, argomentando che si tratta di simboli fascisti e siccome l’ideologia fascista era intrisa di razzismo (vedi le leggi razziali), dunque i simboli fascisti rientrano a pieno titolo in una legge emanata per reprimere il razzismo e la discriminazione.

  03.10.12 10:00:00 , a cura di Lombardia (contattaci), categorie: Antifascismo, Resistenza, Comitati Provinciali, Sezioni, Novità, Memoria, Lavoro, Pubblicazioni, Cultura
Aprile 2018
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 << <   > >>

L'ANPI Regionale

L'ANPI Regionale della Lombardia ha sede a Milano in via Federico Confalonieri, 14 (MM2 Verde - Gioia o Garibaldi) - (MM5 Lilla - Isola), tel. 0276020620, 0276023372 / 73 (maggiori informazioni)

ANPI Lombardia su Facebook

Cerca tra le pagine della Lombardia

Credits: Bootstrap CMS