Testata  

32^ EDIZIONE DEL PROGETTO DI STORIA CONTEMPORANEA

32^ EDIZIONE DEL PROGETTO DI STORIA CONTEMPORANEA

Consegnati gli elaborati dei partecipanti alla 32° edizione del Progetto di storia contemporanea per gli studenti piemontesi

Si è conclusa, con la consegna degli elaborati dei partecipanti, la prima fase della 32° edizione del Progetto di storia contemporanea, indetto dal Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale del Piemonte. L’iniziativa, avviatasi nel 1981, è organizzata dall’organismo consultivo del Consiglio regionale in collaborazione con le otto Province piemontesi e la Direzione generale dell’Ufficio scolastico regionale.

L’iniziativa, rivolta agli studenti delle scuole superiori, ha visto la partecipazione di 668 studenti (21 ragazzi a titolo individuale e 647 suddivisi in 111 gruppi). Le scuole coinvolte sono 47 in tutta la regione.

“Il Piemonte è stata la prima regione d’Italia a stabilire, con una legge, l’istituzione di un comitato per la difesa e l’affermazione dei valori della Resistenza e della Costituzione. Era il lontano 1976 - commenta il vicepresidente del Consiglio regionale Roberto Placido, delegato al Comitato – e da oltre trent’anni, tra le varie iniziative promosse da quest’organismo spicca questo nostro progetto di storia contemporanea che, nel tempo, ha coinvolto decine di migliaia di studenti medi piemontesi “.
Infatti, nel corso di tre decenni, sono stati coinvolti oltre 40 mila studenti e più di millecinquecento insegnanti.

I titoli dei tre temi scelti per l’edizione 2012-2013 erano, nell’ordine: “Il confine, l’esilio e il ricordo” (riflessione sul confine orientale e i territori giuliani, istriani e dalmati) ; “Dopo il terremoto, quale futuro per il campo di Fossoli?” (immaginando un progetto che salvaguardasse uno dei luoghi-simbolo della deportazione italiana, colpito dal sisma che ha sconvolto l’Emilia); “Cittadinanza: l’orizzonte delle seconde generazioni” (con l’attuale e dibattuto tema delle modifiche alle norme sulla cittadinanza).
Tra gli studenti, in 305 hanno scelto la terza “traccia” della “terna” proposta (sulla cittadinanza ) , seguita praticamente a pari merito dalle altre due con 182 e 181.

Gli studenti vincitori saranno premiati pubblicamente presso la sede del Consiglio regionale e parteciperanno ad un viaggio di studio con meta in alcuni significativi luoghi della memoria in Italia e in Europa.
Quest’anno , i tre viaggi previsti , avranno come mete il confine orientale italiano con la visita a Trieste (Risiera di San Sabba e foiba di Basovizza),l’Austria ( con visita a Salisburgo, al campo di sterminio di Mauthausen e al memoriale di Gusen) e , infine, l’altro viaggio italiano al campo di Fossoli, nel modenese, al museo di Carpi e a quello di Gattatico dedicato alla memoria dei sette fratelli Cervi.

“Spesso i numeri non dicono tutto e nemmeno in questo caso si può ridurre ad un fatto puramente contabile il grande lavoro che ogni anno il Consiglio regionale del Piemonte propone agli studenti e ai loro insegnanti con le esperienze di studio e ricerca sulla storia contemporanea”, aggiunge il vicepresidente del Consiglio regionale Roberto Placido. “ E’ importante che si consenta agli studenti che hanno elaborato le ricerche e agli insegnanti che li hanno seguiti di recarsi sui luoghi dove gli eventi storici si sono svolti. A dire il vero più che un premio vero e proprio è praticamente la fase finale di questa ricerca, con la sua estensione “sul campo”. Per queste ragioni, siamo convinti, si tratterà di una esperienza importante nella formazione della coscienza civile e democratica di ognuno di loro”.

  16.03.13 10:00:00 , a cura di Lombardia (contattaci), categorie: Antifascismo, Resistenza, Novità, Memoria, Testimonianze, Pubblicazioni, Cultura
Ottobre 2019
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 << <   > >>

L'ANPI Regionale

L'ANPI Regionale della Lombardia ha sede a Milano in via Federico Confalonieri, 14 (MM2 Verde - Gioia o Garibaldi) - (MM5 Lilla - Isola), tel. 0276020620, 0276023372 / 73 (maggiori informazioni)

ANPI Lombardia su Facebook

Cerca tra le pagine della Lombardia

Credits: Run your own website!