Testata  

GRANDE MANIFESTAZIONE ANTIFASCISTA A COMO

davanti al Monumento dedicato alla Resistenza Europea.

Giovedì 12 settembre, davanti al monumento alla Resistenza Europea, si è svolta a Como una grande, unitaria, manifestazione antifascista, promossa dall’ANPI Lombardia e di Milano, cui hanno partecipato oltre mille persone, con l’adesione dell’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani, dell’Aned, della Fiap, dell’Aicvas, dell’ANPPIA, dell’UCEI (Unione Comunità Ebraiche Italiane), del Sindacato, delle Forze politiche democratiche, della Comunità ebraica milanese, del Comitato Permanente Antifascista di Milano, di tanti cittadini di Como e di tutte le altre province della Lombardia. Nel corso dell’iniziativa si è ribadita la ferma e profonda condanna del provocatorio raduno neonazista promosso da Forza Nuova al quale parteciperanno formazioni che si caratterizzano per la loro carica antisemita, xenofoba e razzista, provenienti da tutta Europa.

Il raduno, del quale abbiamo ripetutamente chiesto il divieto alle autorità competenti, si pone in aperto contrasto con i principi e i valori sanciti dalla Costituzione repubblicana nata della Resistenza, di cui quest’anno ricorre il settantesimo anniversario, e con le leggi Scelba e Mancino.

La più ampia libertà di espressione garantita dalla Costituzione non significa assolutamente, come sostenuto dal Sindaco di Cantù, che ha consentito che il raduno neonazista si svolgesse nella sua città, libertà di incitamento all’antisemitismo, alla xenofia e al razzismo. Tutto ciò si pone contro i valori della Carta Costituzionale.

Mentre deprechiamo la gravissima decisione assunta dal Sindaco di Cantù, chiediamo al Ministro degli Interni di intervenire per impedire che raduni e manifestazioni neonaziste e neofasciste che offendono la memoria di chi ha sacrificato la sua giovane vita per la nostra libertà e che si pongono in aperto contrasto con la Costituzione repubblicana e la legislazione vigente possano aver luogo nel nostro Paese.

Milano, 13 Settembre 2013

LETTERA DELL’ANPI PROVINCIALE DI COMO AL SINDACO DI CANTU’
Alla cortese attenzione del sindaco della Città di Cantù
sig. Claudio Bizzozero

Lo scrivente, a nome dell’Associazione Nazionale Partigiani d’ Italia, esprime il rammarico di non poterla incontrare personalmente per esporle la nostra preoccupazione per la deriva antidemocratica ed anticostituzionale intrapresa dalla sua amministrazione con la concessione di uno spazio pubblico ad un’organizzazione dichiaratamente fascista e per una manifestazione dalle caratteristiche xenofobe, razziste e filo naziste. A questa manifestazione parteciperà la peggiore e pericolosa feccia filonazista europea. Le vorremmo chiedere come pensa di giustificare l’operato della sua giunta e suo personale, dopo l’incontro con la ministra sig.ra Cécile Kienge che tanta visibilità le ha dato, con l’ospitalità ad organizzazioni dichiaratamente razziste.

Noi non crediamo che la politica di un colpo al cerchio e uno alla botte alla fine paghi in consenso elettorale, non sappiamo nemmeno se queste siano state le sue intenzioni, di certo c’è, da parte nostra e di buona parte della popolazione una forte indignazione che esprimeremo in una manifestazione a Como di fronte al Monumento alla Resistenza Europea, che riteniamo il posto più giusto, laddove si celebra la memoria di tanta gente che per la Libertà di tutti, anche della sua sig. sindaco, ha dato la vita.

Lei si è assunto una responsabilità gravissima permettendo questa manifestazione e le assicuro che ne terremo conto. Pensiamo anche che gli errori di possano fare ma anche che ci si possa ravvedere e attendiamo da parte sua un provvedimento di revoca. Da parte nostra, come già saprà, ci siamo attivati anche a livello parlamentare. Restiamo pertanto in attesa di notizie da parte sua e delle autorità competenti.

Per il Comitato Provinciale ANPI Como
Il presidente
Guglielmo Invernizzi

Como, 10 settembre 2013

  13.09.13 10:00:00 , a cura di Lombardia (contattaci), categorie: ANPI Regionale, Comitati Provinciali, Novità, Memoria, Nazismo, Neofascismo, Cultura, Manifestazione
Marzo 2021
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 << <   > >>

L'ANPI Regionale

L'ANPI Regionale della Lombardia ha sede a Milano in via Federico Confalonieri, 14 (MM2 Verde - Gioia o Garibaldi) - (MM5 Lilla - Isola), tel. 0276020620, 0276023372 / 73 (maggiori informazioni)

ANPI Lombardia su Facebook

Cerca tra le pagine della Lombardia

Credits: RWD CMS