Testata  

MILANO, “SCEGLI DA CHE PARTE STARE”

Le vicende di questi giorni hanno scosso oltremodo le nostre coscienze, già fortemente provate dalla migrazione di migliaia e migliaia di persone, che cercano pace, asilo, rifugio dalle guerre, dalla povertà, dalla fame e dalle discriminazioni.

Noi, Anpi, Aned e Ventimila Leghe, che quest’anno siamo state impegnate nella realizzazione del progetto “OGGI, 25 APRILE 1945: 70 ANNI DI DEMOCRAZIA. DONNE E UOMINI, STORIE, PASSIONI E RICORDI DELLA MIA CITTA’per festeggiare il 70esimo della Liberazione dalla dittatura nazifascista e quali associazioni depositarie della memoria storica della nostra straordinaria città Medaglia d’Oro alla Resistenza, non possiamo e non riusciamo a rimanere silenti di fronte ai marchi fatti con pennarelli sulle braccia dei migranti, ai trasporti in mare o per terra indegni di qualunque paese civile.

A tutti i bambini che muoiono soli, senza la loro famiglia.

Alla disumanità di chi volta la testa dall’altra parte, di chi esulta tutte le volte che il mare ci restituisce i cadaveri di queste vittime innocenti.

Noi ricordiamo l’indifferenza di chi vide i nostri concittadini arrestati e fucilati, perché antifascisti e ricordiamo l’indifferenza di chi tacque quando ben 562 scioperanti delle nostre fabbriche furono prelevati di notte dalle loro case e condannati alla deportazione nei campi di concentramento nazisti.

Ricordiamo soprattutto la voce di quelli che tornarono, dalle montagne o dai lager, e il loro monito riassunto nella bellissima poesia Se questo è un uomo di Primo Levi “Meditate che questo è stato.

Noi sappiamo che dalla tragica storia della dittatura fascista in Italia e dai lager nazisti si sprigiona un richiamo importante: se non sappiamo costruire sul dolore patito, se non sappiamo riconoscere le vittime, difenderle e accoglierle, saremo condannati a riprodurre altre ingiustizie. Diventeremo sempre più infami, incivili, paurosi. Abbiamo già bruciato gli esseri umani e, anche se la storia non si ripete mai allo stesso modo, non possiamo permettere che, di nuovo, l’indifferenza ci sovrasti. Siamo convinti che ribellarsi alla disumanità oggi significa chiedere un significativo CAMBIAMENTO DELLE POLITICHE MIGRATORIE EUROPEE E GLOBALI.

Non possiamo più stare a guardare. Dobbiamo scegliere da che parte stare. Oggi Resistere è più che mai schierarsi. Le soluzioni non sono facili ma avere delle posizioni è fondamentale per essere capaci di operare delle scelte.

Per questo, quando qualche giorno fa, intellettuali e artisti del nostro paese, hanno lanciato un appello per la marcia delle donne e degli uomini scalzi a Venezia e in tante altre città, abbiamo subito aderito senza indugio alla manifestazione che ci sarà anche a Milano venerdì 11 settembre 2015  alle ore 21,00

SCEGLI DA CHE PARTE STARE -

MARCIA DELLE DONNE E DEGLI UOMINI SCALZI

Marceremo da Porta Genova alla Darsena con tante associazioni, con i partiti che hanno aderito, con i singoli cittadini, con tutti quelli che lo vorranno.

Anpi, Aned e Ventimila Leghe lanciano dunque un APPELLO alla Città di Sesto San Giovanni in nome della nostra storia di Resistenza, di opposizione alle ingiustizie, di amore per la libertà e per la vita, e CHIEDONO alle associazioni, alle cooperative, a tutte le realtà che lavorano nel nostro territorio, ai partiti, di aderire alla manifestazione “SCEGLI DA CHE PARTE STARE” e di marciare con Anpi, Aned e Ventimila Leghe.

L’adesione va formalizzata inviando una mail a info@ventimilaleghe.net (noi comunicheremo ogni singolo nominativo al Comitato Promotore) e poi VENERDÌ 11 SETTEMBRE ALLE ORE 20 PARTIREMO DALLA MM1 SESTO MARELLI per partecipare tutti insieme alla Manifestazione.

Sesto San Giovanni deve far sentire la sua voce di Città solidale e attenta ai diritti.

 

Pensiamo inoltre sia importante discutere insieme della situazione in atto e di tutto ciò che possiamo realizzare per rendere le nostra città e il nostro paese più umano.

Vi invitiamo dunque anche ad un incontro sul tema

IMMIGRAZIONE: ACCOGLIENZA, SOLIDARIETÀ, ASILO. CHE FARE?”

MARTEDÌ 15 SETTEMBRE 2015 ALLE ORE 21,00

presso il Pino Argentato di Villa Zorn.

 

La memoria è e deve essere riscatto nel presente. Tutti abbiamo diritto a una vita dignitosa. Non sono i confini a decidere. Sono le nostre scelte. Siamo noi.

Attendiamo numerosi le vostre adesioni via mail.

 

 

PER ANED                              PER ANPI                     PER VENTIMILA LEGHE

GIUSEPPE VALOTA                LINA CALVI                            MARI PAGANI

 

 

  11.09.15 21:00:00 , a cura di Lombardia (contattaci), categorie: Attività in Lombardia, Comunicati, Antifascismo, Resistenza, Sezioni, Novità, Razzismo, Memoria, Neofascismo, Cultura, Manifestazione
Marzo 2021
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 << <   > >>

L'ANPI Regionale

L'ANPI Regionale della Lombardia ha sede a Milano in via Federico Confalonieri, 14 (MM2 Verde - Gioia o Garibaldi) - (MM5 Lilla - Isola), tel. 0276020620, 0276023372 / 73 (maggiori informazioni)

ANPI Lombardia su Facebook

Cerca tra le pagine della Lombardia

Credits: PHP framework