Testata  

È MORTO IL PARTIGIANO LOINGER, EROE DELLA NAVE EXODUS

È MORTO IL PARTIGIANO LOINGER, EROE DELLA NAVE EXODUS

Tra il ’43 e il ’44 salvò centinaia di bambini ebrei dalla deportazione, creando una rete clandestina di passaggi

È scomparso uno degli ultimi eroi della resistenza al nazismo: il partigiano francese Georges Loinger, che contribuì all’impresa dell’Exodus, una nave con migliaia di ebrei scampati alla Shoah partita in gran segreto dall’Europa nel 1947 per raggiungere la `Terra promessa´ di Israele, allora Mandato britannico della Palestina.

Loinger, morto ieri a Parigi a 108 anni, nacque nel 1910 a Strasburgo da una famiglia ebrea-ortodossa. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu fatto prigioniero dai tedeschi e inviato in un campo di lavoro in Baviera. Riuscito a fuggire, si unì alla resistenza francese nella vicina Borgogna, e tra il ’43 e il ’44 salvò centinaia di bambini ebrei dalla deportazione, creando una rete clandestina di passaggi da Annemasse alla Svizzera.

Una volta firmato l’armistizio, Loinger continuò a impegnarsi con i sopravvissuti del nazismo. Fino all’impresa più celebrata, anche dalla letteratura e dal cinema, con un kolossal del 1960 diretto da Otto Preminger e interpretato da Paul Newman: il viaggio dell’Exodus.

Il progetto nacque dopo la fine della guerra, per salvare almeno una parte delle centinaia di migliaia di ebrei ancora bloccati in condizioni terribili in Germania e Austria. Nel ’46 l’Haganah, organizzazione militare nata per proteggere la colonia ebraica nella Palestina britannica ed embrione del futuro esercito israeliano, acquistò una nave dagli Stati Uniti, che Loinger tra le altre cose contribuì a modificare per accogliere un maggior numero di rifugiati.

Nel luglio del ’47, la Exodus partì dall’Europa con circa cinquemila ebrei a bordo, in rotta verso uno Stato che ancora non esisteva. Ma gli inglesi fecero di tutto per impedirlo. Sbarcati ad Haifa dopo un viaggio massacrante e costantemente braccati dalla Royal Navy, i passeggeri della Exodus furono prima arrestati e poi rimandati a forza su altre navi prima in Francia e poi in Germania. La spedizione, comunque, diventò il simbolo dell’emigrazione ebraica verso la `Terra promessa´, dove un anno dopo sarebbe nato lo Stato d’Israele.

L’impegno di Loinger per i perseguitati da Hitler è stato instancabile: decano della Resistenza ebraica in Francia, partecipò anche alla creazione della «Fratellanza di Abramo», per sostenere il riavvicinamento delle tre religioni monoteiste. Nel 2005, quando ricevette la Legion d’honneur in Francia, spiegò con grande umiltà di aver fatto «quello che doveva fare». Anche Israele lo ha celebrato e nel 2013 Loinger è stato ricevuto dal presidente Shimon Peres.

  30.12.18 12:00:00 , a cura di Lombardia (contattaci), categorie: Antifascismo, Resistenza, Resistenza, Novità, Razzismo, Memoria, Testimonianze, Pubblicazioni, Commemorazioni, Cultura
Gennaio 2019
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 << <   > >>

L'ANPI Regionale

L'ANPI Regionale della Lombardia ha sede a Milano in via Federico Confalonieri, 14 (MM2 Verde - Gioia o Garibaldi) - (MM5 Lilla - Isola), tel. 0276020620, 0276023372 / 73 (maggiori informazioni)

ANPI Lombardia su Facebook

Cerca tra le pagine della Lombardia

Credits: Blog software