Testata  

75° ANNIVERSARIO DELL’OTTOBRE DI SANGUE VARESINO

A.N.P.I. - Sezione di Varese Comandante "Claudio" Macchi e il Comune di Varese organizza il

75° ANNIVERSARIO DELL’OTTOBRE DI SANGUE VARESINO

P R O G R A M M A

SABATO 12 OTTOBRE 2019

Ore 10.00 Circolo Coperativo di Biumo e Belforte per partenza deposizione di fiori al:

  •  Cippo dedicato a Renè Vanetti in viale Belforte
  • Cippo dedicato a Trentini, Copelli e Ghiringhelli in Largo Martiri della Libertà (di fronte all’Ippodromo delle Bettole)
  • Monumento funebre di Walter Marcobi nel cimitero di Casbeno

 

 DOMENICA 13 OTTOBRE 2019

Ore 10.00 Basilica San Vittore Santa Messa in suffragio dei caduti partigiani

Ore 10.45 Corteo per le vie cittadine: Arco Mera - deposizione corona -, Piazza San Vittore, Via Albuzzi, Via Griffi, Via Donizetti e Largo Resistenza.

Ore 11.15 Largo Resistenza, deposizione di corona di alloro

Ore 11.30 Cerimonia ufficiale:

  • Saluto di Ester De Tomasi, Presidente ANPI Provinciale di Varese
  • Discorso del Sindaco di Varese, Davide Galimberti
  • Orazione ufficiale di Paolo Cattaneo, Presidente Istituto Storico Resistenza di Novara

Chiusura manifestazione al canto di Bella ciao

In caso di pioggia, la cerimonia ufficiale avrà luogo presso la Sala Montanari - Via dei Bersaglieri, 1

Sarà presente la Banda Musicale corpo musicale “Libertà” - Rasa di Varese

 

VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019

Ore 18.00 Biblioteca Civica, via Sacco 9

Incontro sul tema “La Resistenza nella città e nella zona di Varese”

Interverranno:

  • Claudio Macchi, Presidente Sezione ANPI di Varese
  • Enzo Laforgia, storico
  • Pietro Macchione, storico e editore

Moderatore Roberto Morandi, giornalista di Varese News

 

MARTEDÌ 29 OTTOBRE 2019

Ore 10.00 Cinema Teatro Nuovo, via dei Milla 39

Proiezione per le Scuole di Varese del film “Roma città aperta” di Roberto Rossellini

 

L'OTTOBRE DI SANGUE VARESINO

I primi giorni di quell’ottobre del 1944 furono tristemente ribattezzati “Ottobre di sangue Varesino” e rappresentarono uno dei periodi più difficili della Resistenza partigiana varesina.
In quei giorni, furono catturati, torturati e assassinati decine di partigiani varesini, tra questi Walter Marcobi, comandante della 121ma brigata Garibaldi, eroico partigiano, figura simbolo della lotta contro i nazifascisti a Varese, dimostrò coraggio, grande desiderio di libertà e giustizia, tanto da rimetterci la vita. Un altro eroico partigiano assassinato il 5 Ottobre 1944 fu Renè Vanetti, comandante della 148 ma brigata Giacomo Matteotti, famose le sue parole “si deve a volte morire per sostenere la propria idea”. Furono assassinati in Ottobre anche i giovani Copelli, Trentini e Ghiringhelli. Catturati il 7 ottobre 1944 alla Gera di Voldomino, furono fucilati sul prato davanti alle Bettole dopo che i fascisti avevano già fucilato quattro loro compagni sul luogo della cattura e altri cinque a Brissago Valtravaglia. I tre giovani martiri furono portati a Varese affinché i loro corpi fossero lasciati per terra, sotto una pioggia battente e rappresentassero una lezione per quella Varese schierata con la Resistenza.
L’arresto e la deportazione di partigiani tra i quali il malnatese Ermanno Besani troverà la morte nel lager di Flossenburg.

 

Della repressione fascista fu maggiore protagonista l’Ufficio Politico Investigativo della Guardia Nazionale Repubblicana di Varese. Con i successi ottenuti tramite il ricorso alla tortura dei patrioti arrestati, con i numerosi partigiani e antifascisti costretti in carcere, con il terrore sulla popolazione (ne fanno fede le drammatiche immagini dei tre giovani delle Bettole abbandonati senza vita sotto la pioggia autunnale) l’UPI diede per certa la vittoria finale sul “ribellismo”».

 

I partigiani varesini però «Seppero invece fare tesoro della durezza della lezione subita rilanciando l’impegno nel ricordo dei compagni caduti, rendendo più capillare e compartimentata la presenza nelle fabbriche e nei quartieri cittadini, intensificando il sabotaggio della produzione bellica, delle vie e dei mezzi di trasporto, rendendo più incisivi gli attacchi a pattuglie e piccoli presidi nemici. E il risultato viene toccato con mano il 25 aprile. Quel giorno le formazioni partigiane locali liberarono Varese, come i maggiori centri della provincia».

  

 

  18.10.19 18:00:00 , a cura di Lombardia (contattaci), categorie: Attività in Lombardia, Commenti e dibattiti, Iniziative, Celebrazioni, Antifascismo, Resistenza, Comitati Provinciali, Resistenza, Sezioni, Novità, Memoria, Testimonianze, Nazismo, Fascismo, Anniversari, Ricorrenze, Commemorazioni, Cultura, Manifestazione
Ottobre 2019
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 << <   > >>

L'ANPI Regionale

L'ANPI Regionale della Lombardia ha sede a Milano in via Federico Confalonieri, 14 (MM2 Verde - Gioia o Garibaldi) - (MM5 Lilla - Isola), tel. 0276020620, 0276023372 / 73 (maggiori informazioni)

ANPI Lombardia su Facebook

Cerca tra le pagine della Lombardia

Credits: Open-source blog