Testata  

LILIANA SEGRE: "CHE EMOZIONE. IO ESISTO E ANCHE IL PARLAMENTO EUROPEO"

LILIANA SEGRE: "CHE EMOZIONE. IO ESISTO E ANCHE IL PARLAMENTO EUROPEO"

“Che emozione. Io esisto e anche il Parlamento europeo. Non era questo il disegno di qualcuno”: lo ha detto la senatrice a vita Liliana Segre leggendo quanto aveva scritto poco prima sul libro degli ospiti d’onore del presidente dell’Eurocamera, David Sassoli.

Liliana Segre è giunta a Bruxelles accompagnata dalla figlia per partecipare alla mini-plenaria di mercoledì 29 gennaio. Davanti agli europarlamentari ha tenuto un discorso che ha commosso tutti.

“Anche oggi qualcuno non vuole guardare e anche adesso qualcuno dice che non è vero”, ha detto la senatrice a vita, nel suo discorso ha parlato della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz.

Segre ha ricordato con le parole di Primo Levi “lo stupore per il male altrui”, che “nessuno che è stato prigioniero” nel campo “ha mai potuto dimenticare”.

“La parola razza ancora la sentiamo dire e per questo dobbiamo combattere questo razzismo strutturale, che c’è ancora. La gente mi domanda come mai si parli di antisemitismo, di razzismo, ma perché c’è sempre stato e perché sono insiti negli animi dei poveri di spirito”, ha aggiunto la senatrice a vita che ha poi detto:

“Dobbiamo combattere questo razzismo Strutturale, la gente mi domanda perché c’è ancora l’antisemitismo e il razzismo. Io rispondo che c’è sempre stato, ci sono corsi e ricorsi storici”.

C’è sempre “un momento politico” per poter tirare fuori “il razzismo e l’antisemitismo che sono insiti nell’animo dei poveri di spirito. Arrivano i momenti più adatti in cui ci si volta dall’altra parte, in cui è più facile far finta di niente, che si guarda solo il proprio cortile e si dice ‘e’ una cosa che non mi riguarda”. Poi ci sono alcuni che “approfittano di questa situazione e trovano il terreno adatto per farsi avanti”, ha spiegato la senatrice a vita.

Un lungo applauso, commosso ed emozionato del Parlamento europeo, ha salutato il discorso della Segre. L’Eurocamera ha poi osservato un minuto di silenzio su richiesta del presidente David Sassoli. Molto emozionati gli europarlamentari durante il discorso di Segre stando alle immagini diffuse dal circuito video.

 

https://www.europarl.europa.eu/news/it/press-room/20200128IPR71206/il-parlamento-commemora-la-liberazione-di-auschwitz-75-anni-fa

La senatrice italiana Liliana Segre ha condiviso la memoria del male inflitto ad Auschwitz e il dovere di testimoniare con i deputati europei, in una cerimonia per il Giorno della Memoria.

Durante la cerimonia per commemorare il Giorno della Memoria, organizzata nella sala plenaria del Parlamento europeo, i musicisti Mischa e di Maxim Maisky hanno eseguito "From Jewish Life": Prayer" di Ernest Bloch al violoncello e pianoforte, in presenza di Anita Lasker-Wallfisch, violoncellista di fama mondiale e membro superstite dell'Orchestra femminile di Auschwitz.

Nel suo discorso di apertura della commemorazione, Liliana Segre, senatrice italiana a vita e sopravvissuta ad Auschwitz, ha ricordato l'assoluta disumanità dei campi e delle "marce della morte" organizzate dai nazisti nel 1945, alle quali sopravvisse da ragazza a differenza di molti altri. "La loro unica colpa era quella di essere nati", ha detto. Il suo dovere è di testimoniare finché vive, ha poi aggiunto.

Alle dichiarazioni del Presidente del Parlamento europeo David Sassoli e della Presidente della Commissione Ursula von der Leyen sull'inviolabilità della dignità di ogni persona e sul dovere degli europei di lottare contro l'antisemitismo, il razzismo e la discriminazione, è seguito un minuto di silenzio.

Il "Kaddish" di Maurice Ravel è stato poi eseguito dal Quartetto Karski e da Naomi Couquet (Mezzo-Soprano) in chiusura della seduta solenne.

Video dell’intervento della senatrice Liliana Segre

Video dell'intervento del Presidente Sassoli

Testo dell’intervento del Presidente Sassoli

Copertura video di tutta la cerimonia

 

  29.01.20 18:00:00 , a cura di Lombardia (contattaci), categorie: Commenti e dibattiti, Resistenza, Novità, Memoria, Testimonianze, 27 Gennaio / Giornata della Memoria, Nazismo, Fascismo, Pubblicazioni, Solidarietà, Ricorrenze, Democrazia, Cultura, Libertà
Maggio 2020
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 << <   > >>

L'ANPI Regionale

L'ANPI Regionale della Lombardia ha sede a Milano in via Federico Confalonieri, 14 (MM2 Verde - Gioia o Garibaldi) - (MM5 Lilla - Isola), tel. 0276020620, 0276023372 / 73 (maggiori informazioni)

ANPI Lombardia su Facebook

Cerca tra le pagine della Lombardia

Credits: Run your own website!