Testata  

LOTTE FROELICH MAZZUCCHELLI

le Associazioni promotrici della posa delle PIETRE D’INCIAMPO in Gallarate, l’A.M.I. e l’A.N.P.I., annunciano con soddisfazione la posa dell’ultima Pietra dedicata a 

Lotte Froelich Mazzucchelli, 

già programmata per lo scorso 17 Settembre, e rinviata perché concomitante con il periodo elettorale.

La Cerimonia avrà pertanto svolgimento in piazza Garibaldi, nel luogo antistante il Palazzo della famiglia Mazzucchelli, ove sarà installata la relativa Pietra.

Si invitano tutti i cittadini, le Istituzioni locali civili e religiose, le Scuole e quant’altri vorranno, a partecipare alla Cerimonia il giorno

 

SABATO 1° OTTOBRE 2022

ALLE ORE 10.30

PIAZZA GARIBALDI - GALLARATE

Nel corso dell’evento saranno eseguite alcune musiche in tema a cura di alcuni Allievi della Scuola Puccini di Gallarate, che qui fin d’ora ringraziamo.

 

INFORMAZIONI BIOGRAFICHE

  • data di nascita: 01/10/1904
  • luogo di nascita: Oppeln
  • data di morte: 22/09/1943
  • coniuge di: Mazzucchelli, Mario
  • figlio/figlia di: Wertheimer, Jeanne - Froehlich, Max

PERSECUZIONE

Lotte Froehlich, figlia di Max Froehlich e Jeanne Wertheimer è nata in Germania a Oppeln l'1 ottobre 1904. Coniugata con Mario Mazzucchelli. Arrestata a Meina (Novara). Non è sopravvissuta alla Shoah.

  • luogo di arresto: Meina
  • data di arresto: 15/09/1943
  • luogo di detenzione: MEINA
  • destino: Morto/a in eccidio

ECCIDIO

"La strage del Lago Maggiore si svolse tra il 15 settembre e l'11 ottobre 1943 per mano dei soldati del Primo Battaglione SS del secondo Reggimento della Divisione Corazzata Leinbstandarte Adolf Hitler, proveniente da Verona. In quell'azione uccisero 54 ebrei: 16 a Meina, 14 a Baveno, 9 ad Arona, 4 a Stresa, 3 a Mergozzo, 2 a Orta San Giulio, 2 a Pian Nava, 4 a Intra. La strage, a quanto risulta, ebbe il solo scopo di depredare le vittime dei loro beni. Epicentro dell'eccidio furono le località di Meina e Baveno in provincia di Novara. Il 15 settembre 1943 le SS irruppero all'Hotel Meina dove presero prigionieri un gruppo di ebrei greci, in tutto 15 persone, ovvero le famiglie Mosseri, Modiano, Fernandez Diaz, Torres Pompas; insieme a questi, il barista ebreo dell'hotel, Vitale Cori, e Lotte Frohlich Wertheimer che si era recata in visita al proprietario dell'albergo Alberto Behar cittadino turco. La notte del 22 settembre, dopo sette giorni di prigionia nell'albergo, furono tutti prelevati e condotti a gruppi di quattro a poca distanza dall'albergo, dove furono uccisi ad uno ad uno con un colpo alla nuca. I corpi furono gettati nella notte stessa nelle acque del Lago Maggiore. (Liliana Picciotto, "Libro della Memoria. Gli ebrei deportati dall'Italia 1943-1945" (Milano: Mursia 1991; 2a ed., 2002)).

 

  01.10.22 10:30:00 , a cura di Lombardia (contattaci), categorie: Attività in Lombardia, Commenti e dibattiti, Iniziative, Comunicati, Antifascismo, Resistenza, Sezioni, Novità, Memoria, Testimonianze, Commemorazioni, Cultura
Ottobre 2022
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 << <   > >>

L'ANPI Regionale

L'ANPI Regionale della Lombardia ha sede a Milano in via Federico Confalonieri, 14 (MM2 Verde - Gioia o Garibaldi) - (MM5 Lilla - Isola), tel. 0276020620, 0276023372 / 73 (maggiori informazioni)

ANPI Lombardia su Facebook

Cerca tra le pagine della Lombardia

Credits: b2evolution